Un mondo dentro il mondo. Alexandr Sokurov e i musei: Arca rusa e francofonia

Roberto Chiesi

Resumen


Nei film di Aleksandr Sokurov Arca russa (Russkiy kovcheg, 2002) e Francofonia (id., 2015) i musei, l’Ermitage di San Pietroburgo e il Louvre di Parigi, diventano protagonisti. Lo spazio labirintico del museo, come luogo dove sono conservate le grandi opere d’arte del mondo, è un tempio della memoria e del passato. Ma questo patrimonio di conoscenza non è visto da Sokurov esclusivamente come tesoro di cultura ed erudizione artistica e storica, bensì anche come teatro dell’immaginario di un paese.


Palabras clave


Sokurov, cinema, museo, storia, arte

Texto completo:

PDF EPUB HTML

Referencias


Denis Brotto (2009), Osservare l’incanto. Il cinema e l’arte di Aleksandr Sokurov, Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma.

Arianna Finos (2015), «Alexander Sokurov, film sul Louvre: «L’arte salverà l’Europa»», La Repubblica, 16 dicembre.

Mario Marino (2012), «Arca russa: un atto di visione dialogica sull’umana salvezza», in I corpi del potere. Il cinema di Aleksandr Sokurov, a cura di Mario Pezzella e Antonio Tricomi, Jaca Book, Milano.

Federica Polidoro (2015), «Sokurov ci racconta Francofonia. Terrorismo, arte e fantasmi», ArtTribune, 14 dicembre.

Francofonia. Un film di Alexandr Sokurov. Press Book. https://pad.mymovies.it/filmclub/2014/12/140/mymovies.pdf




DOI: http://dx.doi.org/10.14201/fjc2019191524





Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 License.

 
 
ESCI Web of Science                              

Revistas prosapias

  

Síguenos en